i benefici del latte probiotici, i benefici del latte probiotici.

i benefici del latte probiotici, i benefici del latte probiotici.

  • © 2006 American Society for Clinical Nutrition
  1. Robert J Boyle.
  2. Roy M Robins-Browne. e
  3. Mimi LK Tang
  1. 1 Dal asma, allergie e disturbi del sistema immunitario del Gruppo, Murdoch Childrens Research Institute, Royal Hospital per bambini, Vittoria, Australia (RJB e MLKT), e il Dipartimento di Microbiologia e Immunologia, Università di Melbourne, Victoria, Australia (RMR-B)

Astratto

INTRODUZIONE

DEFINIZIONE PROBIOTICI

Efficacia dei probiotici nella prevenzione e nel trattamento della malattia

RISCHI CONNESSI CON TRATTAMENTO PROBIOTICO

Infezione

I rapporti di sepsi correlati al consumo di probiotici

I casi di sepsi batterica temporalmente correlate a uso probiotici negli esseri umani 1

I casi di sepsi fungine temporalmente correlate a uso probiotici negli esseri umani 1

Fattori di rischio per la sepsi probiotico

fattori di rischio proposte per la sepsi probiotico 1

attività metaboliche deleterie

I microflora intestinale svolgono un ruolo importante in molte attività metaboliche, tra complessa la digestione dei carboidrati, metabolismo dei lipidi, e l’omeostasi del glucosio (49). Esiste pertanto un rischio teorico di effetti metabolici negativi dal manipolazione del microbiota con l’uso di probiotici, anche se tale manipolazione è solo temporanea. La probabilità di effetti negativi significativi a questo proposito sembra basso però, e gli studi probiotici fino ad oggi non hanno mostrato effetti negativi significativi sulla crescita o la nutrizione (50).

deviazione immunitaria o eccessiva stimolazione immunitaria

resistenza microbica

Nella maggior parte dei casi i dati disponibili suggeriscono che i probiotici colonizzano l’intestino umano transitoriamente. Tuttavia, esiste preoccupazione per quanto riguarda il possibile trasferimento della resistenza antimicrobica da ceppi probiotici batteri patogeni a più del microbiota intestinale. Molti Lactobacillus ceppi sono naturalmente resistenti alla vancomicina, che solleva preoccupazioni per quanto riguarda il possibile trasferimento di tale resistenza a organismi più patogeni, in particolare enterococchi e Staphylococcus aureus. Tuttavia, i geni vancomicina-resistente di Lactobacillus spp. sono cromosomiche e, quindi, non facilmente trasferibili ad altre specie. studi coniugazione non hanno trovato i geni resistenti alla vancomicina di lattobacilli per essere trasferibili ad altri generi (55).

Aree di incertezza nell’uso di PROBIOTICI

Quando si valutano i rischi e benefici del trattamento probiotico, notevole incertezza circonda il loro uso. Questa incertezza deriva da diverse aree, che sono discussi di seguito.

Specificità di effetti probiotici

schemi di trattamento probiotici

meccanismi di azione probiotici

Una delle difficoltà nel valutare il posto dei probiotici nella pratica clinica è la nostra limitata comprensione dei loro meccanismi di azione. Tuttavia, alcuni degli effetti biologici dei probiotici sono ora stati caratterizzati, ed è importante per i medici che usano i probiotici di avere una certa conoscenza di questi effetti microbiologici e immunologici.

meccanismi microbiologici

meccanismi immunologici

CONCLUSIONI

Ringraziamenti

RJB ha scritto il manoscritto. RMR-B criticamente valutata una precedente stesura del manoscritto e ha suggerito cambiamenti strutturali. MLKT concepito e progettato il manoscritto. Nessuno degli autori ha avuto un conflitto di interesse rispetto a questo manoscritto.

Le note

↵ 3 Indirizzo richieste di ristampa a MLK Tang, Dipartimento di Immunologia, Royal Hospital per bambini, Flemington Road, Parkville, Victoria 3052, Australia. E-mail: mimi.tang@rch.org.au.

Vedere corrispondente esame CME a pagina 1446.

  • Ricevuto 19 settembre 2005.
  • Accettato 1 dicembre 2005.

RIFERIMENTI

FAO / OMS. Linee guida per la valutazione dei probiotici negli alimenti. 2002. Internet: http://www.who.int/foodsafety/fs_management/en/probiotic_guidelines.pdf (accessibile 22 Marzo 2006).

Kaila M, Isolauri E, Saxelin M, Arvilommi H, Vesikari T. Vitale contro inattivato GG ceppo Lactobacillus in diarrea da rotavirus acuta. Arch Dis Child 1995; 72. 51 -3.

Kirjavainen PV, Salminen SJ, batteri E. Isolauri probiotici nella gestione della malattia atopica: sottolineando l’importanza della vitalità. J Pediatr Gastroenterol Nutr 2003; 36. 223 -7.

Marteau PR. I probiotici in condizioni cliniche. Clin Immunol Allergy Rev 2002; 22. 255 -73.

D’Souza AL, Rajkumar C, Cooke J, Bulpitt CJ. I probiotici nella prevenzione della diarrea associata agli antibiotici: meta-analisi. BMJ 2002; 324. 1361.

Allen SJ, Okoko B, Martinez E, Gregorio G, Dans LF. I probiotici nel trattamento della diarrea infettiva. Cochrane Database Syst Rev 2003; CD003048.

Gionchetti P, Rizzello F, Venturi A, et al. batterioterapia orale come terapia di mantenimento nei pazienti con pouchitis cronica: un doppio cieco, controllato con placebo. Gastroenterology 2000; 119. 305 -9.

Weizman Z, Asli G, Alsheikh A. Effetto di un latte artificiale probiotico sulle infezioni nei centri di cura dei bambini: il confronto di due agenti probiotici. Pediatrics 2005; 115. 5 -9.

Kalliomäki M, S Salminen, Arvilommi H, Kero P, P Koskinen, Isolauri E. probiotici nella prevenzione primaria della malattia atopica: uno studio randomizzato controllato con placebo. Lancet 2001; 357. 1076 -9.

Rosenfeldt V, Benfeldt E, Nielsen SD, et al. Effetto del probiotico Lactobacillu ceppi s nei bambini con dermatite atopica. J Allergy Clin Immunol 2003; 111. 389 -95.

Theunissen J, Britz TJ, Torriani S, Witthuhn RC. L’identificazione dei microrganismi probiotici nei prodotti sudafricani utilizzando l’analisi DGGE PCR-based. Int J alimentari Microbiol 2005; 98. 11 -21.

Commissione delle Comunità europee. direttiva della Commissione sugli alimenti a base di cereali e gli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini. Lussemburgo City, Lussemburgo: Commissione europea, 1996; L49. 17 -96.

FAO / OMS. Aspetti normativi e clinici dei probiotici lattiero-caseari. Cordoba, Argentina: FAO / OMS, 2001.

Ishibashi N, Yamazaki S. probiotici e la sicurezza. Am J Clin Nutr 2001; 73 (suppl): 465S -70S.

Borriello SP, Hammes WP, Holzapfel W, et al. Sicurezza dei probiotici che contengono lattobacilli e bifidobatteri. Clin Infect Dis 2003; 36. 775 -80.

Lupo BW, Wheeler KB, Ataya DG, Garleb KA. Sicurezza e la tolleranza di Lactobacillus reuteri supplementazione ad una popolazione infettata con il virus dell’immunodeficienza umana. Il cibo Chem Toxicol 1998; 36. 1085 -94.

Salminen MK, Tynkkynen S, Rautelin H, et al. L’efficacia e la sicurezza di probiotici Lactobacillus rhamnosus GG per l’esposizione prolungata, la diarrea infettiva nei pazienti affetti da HIV in terapia antiretrovirale: uno, studio crossover controllato con placebo, randomizzato. Prove HIV Clin 2004; 5. 183 -91.

Stansbridge EM, Walker V, Sala MA, et al. Effetti di alimentazione dei neonati prematuri con Lactobacillus GG sul budello fermentazione. Arch Dis Child 1993; 69. 488 -92.

Saxelin M, Chuang NH, Chassy B, et al. Lattobacilli e batteriemia nel sud della Finlandia, 1989-1992. Clin Infect Dis 1996; 22. 564 -6.

Salminen MK, Tynkkynen S, Rautelin H, et al. Lactobacillus batteriemia durante un rapido aumento dell’uso di probiotici Lactobacillus rhamnosus GG in Finlandia. Clin Infect Dis 2002; 35. 1155 -60.

Apostolou E, Kirjavainen PV, Saxelin M, et al. Buone proprietà di adesione dei probiotici: un potenziale rischio per la batteriemia? FEMS Immunol Med Microbiol 2001; 31. 35 -9.

Wagner RD, Warner T, L Roberts, Farmer J, Balish E. colonizzazione di topi immunodeficienti congenitamente con batteri probiotici. Infect Immun 1997; 65. 3345 -51.

Rautio M, Sagittario-Somer H, Kauma H, et al. ascesso epatico a causa di un Lactobacillus rhamnosus ceppo indistinguibile da L. rhamnosus strain GG. Clin Infect Dis 1999; 28. 1159 -60.

Kunz AN, Noel JM, Fairchok MP. Due casi di Lactobacillus batteriemia durante il trattamento probiotico della sindrome dell’intestino corto. J Pediatr Gastroenterol Nutr 2004; 38. 457 -8.

De Groote MA, Frank DN, Dowell E, Glode MP, Pace NR. Lactobacillus rhamnosus GG batteriemia associata con l’uso di probiotici in un bambino con la sindrome dell’intestino corto. Pediatr Infect Dis J 2005; 24. 278 -80.

Land MH, Rouster-Stevens K, Bosco CR, Cannon ML, Cnota J, Shetty AK. Lactobacillus sepsi associata alla terapia con probiotici. Pediatrics 2005; 115. 178 -81.

Oggioni MR, Pozzi G, Valensin PE, Galieni P, Bigazzi C. ricorrente setticemia in un paziente immunocompromesso a causa di ceppi probiotici di Bacillus subtilis. J Clin Microbiol 1998; 36. 325 -6.

Hennequin C, Kauffmann-Lacroix C, Jobert A, et al. possibile ruolo di cateteri a Saccharomyces boulardii fungemia. Eur J Clin Infect Dis Microbiol 2000; 19. 16 -20.

Cassone M, Serra P, Mondello F, et al. scoppio di Saccharomyces cerevisiae sottotipo fungemia boulardii in pazienti confinanti quelli trattati con una preparazione probiotica dell’organismo. J Clin Microbiol 2003; 41. 5340 -3.

Perapoch J, Planes AM, Querol A, et al. fungemia con Saccharomyces cerevisiae in due neonati, uno solo dei quali erano stati trattati con ultra-levura. Eur J Clin Infect Dis Microbiol 2000; 19. 468 -70.

Lherm T, Monet C, Nougiere B, et al. Sette casi di fungemia con Saccharomyces boulardii nei pazienti critici. Intensive Care Med 2002; 28. 797 -801.

Bassetti S, R Frei, Zimmerli W. fungemia con Saccharomyces cerevisiae dopo trattamento con Saccharomyces boulardii. Am J Med 1998; 105. 71 -2.

Riquelme AJ, Calvo MA, Guzman AM, et al. Saccharomyces cerevisiae fungemia dopo Saccharomyces boulardii trattamento in pazienti immunocompromessi. J Clin Gastroenterol 2003; 36. 41 -3.

Fredenucci io, Chomarat M, Boucaud C, Flandrois JP. Saccharomyces boulardii fungemia in un paziente in terapia ultra-levure. Clin Infect Dis 1998; 27. 222 -3.

Cesaro S, Chinello P, Rossi L, Zanesco L. Saccharomyces cerevisiae fungemia in un paziente trattato con neutropenia Saccharomyces boulardii. Supporto cura del cancro 2000; 8. 504 -5.

Cherifi S, Robberecht J, Miendje Y. Saccharomyces cerevisiae fungemia in un paziente anziano con Clostridium difficile colite. Acta Clin Belg 2004; 59. 223 -4.

Henry S, D’Hondt L, M Andre, Holemans X, Canon JL. Saccharomyces cerevisiae fungemia in un malato di cancro della testa e del collo: un caso clinico e revisione della letteratura. Acta Clin Belg 2004; 59. 220 -2.

Niault M, Thomas F, J Prost, Ansari FH, Kalfon P. fungemia causa Saccharomyces specie in un paziente trattato con enterale Saccharomyces boulardii. Clin Infect Dis 1999; 28. 930.

Viggiano M, C Badetti, Bernini V, Garabedian M, Manelli JC. [Saccharomyces boulardii fungemia in un paziente con gravi ustioni] Ann P. Anesth Rianim 1995.; 14. 356 -8 (in francese).

Zunic P, Lacotte J, Pegoix M, et al. [Saccharomyces boulardii fungemia. A proposito di un caso] Therapie 1991.; 46. ​​498 -9.

Pletincx M, Legein J, Vandenplas Y. fungemia con Saccharomyces boulardii in una bambina di 1 anni con diarrea prolungata. J Pediatr Gastroenterol Nutr 1995; 21. 113 -5.

Rijnders BJ, Van Wijngaerden E, Verwaest C, Peetermans WE. Saccharomyces fungemia complicazione Saccharomyces boulardii trattamento in un host non immunocompromessi. Intensive Care Med 2000; 26. 825.

Lestin F, Pertschy A, Rimek D. [fungemia dopo il trattamento orale con Saccharomyces boulardii in un paziente con comorbidità multiple] Dtsch Med Wochenschr. 2003; 128. 2531 -3 (in tedesco).

Backhed F, Ley RE, Sonnenburg JL, Peterson DA, Gordon JI. mutualismo Host-batterica nell’intestino umano. Science 2005; 307. 1915 -20.

Saavedra JM, Abi-Hanna A, Moore N, Yolken RH. il consumo a lungo termine di alimenti per lattanti contenenti batteri probiotici vivi: la tolleranza e la sicurezza. Am J Clin Nutr 2004; 79. 261 -7.

Wegmann TG, Lin H, L Guilbert, Mosmann TR. interazioni citochine bidirezionale nel rapporto materno-fetale: è la gravidanza con successo un fenomeno TH2? Immunol Oggi 1993; 14. 353 -6.

Pohjavuori E, Viljanen M, Korpela R, et al. Lactobacillus effetto GG ad aumentare la produzione di IFN-gamma nei bambini con allergia al latte vaccino. J Allergy Clin Immunol 2004; 114. 131 -6.

Tynkkynen S, Singh KV, Varmanen P. Vancomicina fattore di resistenza Lactobacillus rhamnosus GG in relazione alla resistenza alla vancomicina enterococchi geni (van). Int J alimentari Microbiol 1998; 41. 195 -204.

Matto J, Malinen E, Suihko ML, Alander M, Palva A, Saarela M. eterogeneità genetica e le proprietà funzionali dei bifidobatteri intestinali. J Appl Microbiol 2004; 97. 459 -70.

Wagner RD, Pierson C, Warner T, et al. effetti bioterapeutica di batteri probiotici sulla candidosi in topi immunodeficienti. Infect Immun 1997; 65. 4165 -72.

Christensen HR, Frokiaer H, Pestka JJ. Lattobacilli differenziale modulare l’espressione delle citochine e marcatori di superficie la maturazione delle cellule dendritiche murine. J Immunol 2002; 168. 171 -8.

Giovane SL, Simon MA, Baird MA, et al. Specie bifidobatteri influenzano in modo differenziale espressione di marcatori di superficie cellulare e citochine delle cellule dendritiche raccolte dal sangue del cordone ombelicale. Clin Immunol Diagn Lab 2004; 11. 686 -90.

McCartney AL, Wenzhi W, Tannock GW. Analisi molecolare della composizione della microflora bifidobatteri e lattobacilli degli esseri umani. Appl Environ Microbiol 1996; 62. 4608 -13.

Zoetendal EG, Akkermans dC, De Vos WM. Temperatura gel gradiente di analisi elettroforesi del 16S rRNA da campioni di feci umane rivela comunità stabili e specifiche per l’host di batteri attivi. Appl Environ Microbiol 1998; 64. 3854 -9.

Benno Y, Egli F, Hosoda M. Effetti Lactobacillus GG yogurt sulla microecology intestinale umano in soggetti giapponesi. Nutr Oggi 1996; 31 (suppl): 9s -11S.

Tannock GW, Munro K, Harmsen HJ, Welling GW, intelligente J, Gopal PK. Analisi della microflora fecale dei soggetti umani consumare un prodotto probiotico contenente Lactobacillus rhamnosus DR20. Appl Environ Microbiol 2000; 66. 2578 -88.

Rosenfeldt V, Benfeldt E, Valerio NH, Paerregaard A, Michaelsen KF. Effetto dei probiotici sui sintomi gastrointestinali e piccola permeabilità intestinale in bambini con dermatite atopica. J Pediatr 2004; 145. 612 -6.

Mack DR, Ahrne S, Hyde L, Wei S, Hollingsworth MA. Extracellulare MUC3 secrezione di mucina segue l’adesione di Lactobacillus ceppi intestinali cellule epiteliali in vitro. Gut 2003; 52. 827 -33.

Hooper LV, Wong MH, Thelin A, Hansson L, Falk PG, Gordon JI. L’analisi molecolare dei rapporti ospite-microbica commensali nell’intestino. Science 2001; 291. 881 -4.

Pessi T, Sütaş Y, Hurme M, Isolauri E. interleuchina-10 generazione nei bambini atopici seguente orale Lactobacillus rhamnosus GG. Clin Exp Allergy 2000; 30. 1804 -8.

Pelto L, Isolauri E, Lilius EM, Nuutila J, i batteri probiotici Salminen S. down-regolare la risposta infiammatoria del latte indotta in soggetti ipersensibili latte, ma hanno un effetto immunostimolante in soggetti sani. Clin Exp Allergy 1998; 28. 1474 -9.

Majamaa H, Isolauri E. I probiotici: un nuovo approccio nella gestione delle allergie alimentari. J Allergy Clin Immunol 1997; 99. 179 -85.

Steidler L, S Neirynck, Huyghebaert N, et al. contenimento biologico di organismi geneticamente modificati Lactococcus lactis per la consegna intestinale di interleuchina umana 10. Nat Biotechnol 2003; 21. 785 -9.

Related posts

  • Probiotici Pusher – cura te stesso, probiotico kefir latte.

    Sono un po ‘un pusher probiotici, lol. kefir commerciale ha un numero significativamente inferiore microbials vantaggioso rispetto kefir fatto in casa e molto più zucchero. Fare il latte kefir è così semplice e poco costoso troppo ….

  • I probiotici in Goat – s latte yogurt, latte di capra probiotici.

    I probiotici in latte di capra Yogurt 2 dic / Cracovia, Polonia / Lettera Scienza – Secondo una recente ricerca pubblicata sulla rivista Milchwissenschaft – Latte internazionale per la scienza. Presente…

  • Probiotici bevande, bere il latte probiotici.

    Yakult è un probiotico di alta qualità sotto forma di una bevanda di latte fermentato. Yakult contiene 6,5 miliardi di probiotico unico chiamato Lactobacillus casei Shirota (chiamato anche il ceppo Shirota) in …

  • Integratore probiotico riduce atopica …

    Cita questo articolo come: Gerasimov, S.V. Vasjuta, V.V. Myhovych, O.Ö. et al. Am J Clin Dermatol (2010) 11: 351. doi: 10.2165 / 11531420-000000000-00000 37 Citazioni 3 azioni 209 Visite astratti …

  • benefici latte crudo di capra

    formaggi a latte crudo è fatto da mucca, capra o pecora che non è stato pastorizzato per uccidere tali batteri nocivi come la salmonella, escherichia coli e Listeria forse presente. Mentre il cibo e …

  • Raw Vantaggi latte della pelle, allergie …

    Se ti è stato detto che bere il latte crudo è pericoloso, siete stati mis-piombo! La verità è che il latte crudo avvantaggia il corpo in molti modi e non si deve perdere questa stupefacente superfood. In…