Statistiche sulla asma

Statistiche sulla asma

Il Commissione ABA sulla nazionale & La violenza sessuale non è attiva nella ricerca, e non può garantire per la qualità o la precisione di uno qualsiasi dei dati stralciati qui. Si consiglia agli utenti di confermare in modo indipendente i dati con i documenti fonte citata.

La prevalenza della violenza domestica

  • In uno studio condotto nel 1995-1996 al 50 Stati e il Distretto di Columbia, quasi il 25% delle donne e il 7,6% degli uomini sono state violentate e / o fisicamente aggredito da un coniuge attuale o ex, convivente, o di incontri socio / conoscente a qualche momento della loro vita (basata sul sondaggio di 16.000 partecipanti, altrettanto maschile e femminile).
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 181.867, Misura, la natura e le conseguenze di intimo Partner Violence, AT III (2000). disponibile a http://www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/181867.htm
  • Circa 1,3 milioni di donne e 835.000 uomini sono fisicamente aggrediti da un partner intimo ogni anno negli Stati Uniti.
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 183781, Rapporto completo della prevalenza, incidenza e conseguenze della violenza domestica contro le donne: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey, a iv (2000), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/183781.htm
  • violenza domestica composta da 20% di tutti i crimini violenti non fatale vissute dalle donne nel 2001.
    Callie Marie Rennison, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 197.838, Bureau of Justice Statistics crimine dati Breve: violenza domestica, 1993-2001, a 1 (2003), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/ipv01.pdf
  • Intimate partner impegnati 3% delle violenze non fatale contro gli uomini.
    Callie Marie Rennison, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 197.838, Bureau of Justice Statistics Brief crimine dati: Intimate Partner Violence, 1993-2001, a 1 (2003), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/ipv01.pdf
  • Nel 2000, 1.247 donne e 440 uomini sono stati uccisi da un partner intimo. Negli ultimi anni, un partner intimo ucciso circa il 33% delle vittime di omicidio di sesso femminile e il 4% delle vittime di omicidio di sesso maschile.
    Callie Marie Rennison, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 197.838, Bureau of Justice Statistics Brief crimine dati: Intimate Partner Violence, 1993-2001, a 1 (2003), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/ipv01.pdf
  • L’accesso alle armi da fuoco produce un aumento di più di cinque volte il rischio di omicidio del partner quando si considerano altri fattori di abusi, secondo un recente studio, il che suggerisce che coloro che abusano che possiedono armi tendono a infliggere il più grave abuso su loro partner.
    Jacquelyn C. Campbell et al. Fattori di rischio per femminicidio in abusivi Relationships: Risultati da un caso Multi-Site di controllo studio, 93 Am. J. of Public Health 1089, 1092 (2003). abstract disponibili a http://www.ajph.org/cgi/content/abstract/93/7/1089
  • Delle femmine uccisi con un’arma da fuoco, quasi i due terzi sono stati uccisi dai loro partner intimi. Il numero di femmine sparato e ucciso dal marito o partner intimo era più di tre volte superiore al numero totale assassinato da sconosciuti maschi utilizzando tutte le armi combinate in un’unica vittima / singoli episodi delinquente nel 2002.
    La violenza Pol’y Ctr. Quando Uomo Donna Murder: un’analisi del 2002 Homicide dati: Femmine assassinati dai maschi in Victim singolo / Incidenti Offender singoli, alle 7 (2004). disponibile a http://www.vpc.org/studies/wmmw2004.pdf

Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, tra il 1998 e il 2002:

  • Dei quasi 3,5 milioni di crimini violenti commessi contro i membri della famiglia, il 49% di questi erano crimini contro i coniugi.
  • 84% delle vittime di abusi coniuge erano femmine e 86% delle vittime di abusi datazione partner di era di sesso femminile.
  • I maschi erano 83% di assassini coniuge e il 75% degli assassini partner datazione
  • Il 50% degli autori di reati in prigione di Stato per abuso sponsale aveva ucciso le loro vittime. Mogli erano più probabile che mariti per essere ucciso da loro coniugi: mogli erano circa la metà di tutti i coniugi nella popolazione nel 2002, ma l’81% di tutte le persone uccise dal proprio coniuge. Matthew R. Durose et al. Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 207846, Bureau of Justice Statistics, violenza familiare Statistiche: comprese le statistiche sugli stranieri e conoscenti, a 31-32 (2005). disponibile a http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/fvs.pdf

Stalking Secondo il Centro Stalking risorse:

  • 1,006,970 370,990 donne e gli uomini sono inseguiti ogni anno negli Stati Uniti.
  • 1 in 12 donne e 1 in 45 uomini saranno inseguiti nella loro vita.
  • 77% di donne e il 64% delle vittime di sesso maschile conoscono il loro molestatore.
  • 87% degli stalker sono uomini.
  • 59% delle vittime di sesso femminile e il 30% delle vittime di sesso maschile sono inseguiti da un partner intimo.
  • 81% delle donne pedinato da un partner intimo attuale o ex sono anche aggredito fisicamente da tale partner.
  • Il 31% delle donne pedinato da un partner intimo attuale o ex sono anche violentata da tale partner.
  • La durata media di stalking è di 1,8 anni.
  • Se lo stalking coinvolge partner intimi, la durata media di stalking aumenta a 2,2 anni.
  • 61% di stalker fatto telefonate indesiderate; 33% inviato o sinistra lettere indesiderate o articoli; 29% vandalizzato proprietà; e il 9% uccisi o minacciato di uccidere un animale domestico della famiglia.
  • Il 28% delle vittime di sesso femminile e il 10% delle vittime di sesso maschile ottenuto un ordine di protezione. Il 69% delle vittime di sesso femminile e 81% delle vittime di sesso maschile avevano l’ordine di protezione violata.

Resource Ctr Stalking. La Ctr Nat’l. delle vittime di reati, inseguendo Fact Sheet, http://www.ncvc.org/src/Main.aspx (citando Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di giustizia, NCJ 169.592, Stalking in America: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey (1998)

In uno studio fatto tra il 1994 e il 1998 in dieci città degli Stati Uniti (Baltimore, Houston, Texas, Kansas City (KS), Kansas City (MO), Los Angeles, New York, Portland, Oregon, Seattle, Washington, San Pietroburgo / Tampa e Wichita:

  • Il 76% delle vittime di femminicidio era stato pedinato dalla persona che li ha uccisi.
  • Il 67% era stato fisicamente abusato dal loro partner.
  • 89% delle vittime di femminicidio che era stato abusato fisicamente era stato anche pedinato nei 12 mesi precedenti l’omicidio.
  • 79% delle vittime di femminicidio maltrattate ha segnalato lo stalking durante lo stesso periodo che hanno riferito abusi.
  • 85% dei casi di femminicidio tentativi coinvolti almeno un episodio di stalking nei 12 mesi precedenti al tentativo di femminicidio.
  • Il 54% delle vittime di femminicidio ha riferito lo stalking alla polizia prima di essere uccisi dai loro stalker.

Resource Ctr Stalking. La Ctr Nat’l. delle vittime di reati, inseguendo Fact Sheet, http://www.ncvc.org/src/main.aspx?dbID=DB_Intimate_Partner_Femicide122 (citando Judith McFarlane et al. 3 Studi Homicide 300-316 (1999)

Stalking on Campus In uno studio effettuato da febbraio a maggio 1997 coinvolgendo 4.446 donne del college,

  • Il 13% delle donne del college sono stati pedinato durante una sei a nove mesi.
  • 80% delle vittime del campus appostamenti conosceva i loro stalker.
  • 3 a 10 donne universitari riferito di essere feriti emotivamente o psicologicamente di essere pedinato. Bonnie Fisher et al. Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 182.369, La vittimizzazione sessuale di College Women (2000), disponibile a http://www.ncjrs.gov/pdffiles1/nij/182369.pdf
  • Il 17 per cento delle donne Native American Indian e Alaska sono pedinato nel corso della loro vita, rispetto al 8,2 per cento delle donne bianche, il 6,5 per cento delle donne afro-americane, e il 4,5 per cento delle donne Asia / Pacific Islander.
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 169.592, Stalking in America: I risultati della violenza contro le donne indagine nazionale (1998), disponibile presso http://www.ncjrs.gov/pdffiles/169592.pdf Vedi anche violenza contro le donne Ufficio, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 186157, Stalking e violenza domestica: un rapporto al Congresso (2001). disponibile presso http://www.ncjrs.gov/pdffiles1/ojp/186157.pdf (discussione comportamenti di stalking, cyberstalking, impatto sulle vittime, di risposta delle forze dell’ordine, legislazione e la giurisprudenza); Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 183781, Rapporto completo della prevalenza, incidenza e conseguenze della violenza Intimate Partner contro le donne: I risultati della Women National Survey Violenza contro, al IV (2000). disponibile a http://www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/183781.htm

Sexual Assault Secondo la violenza contro le donne Nazionale Survey:

  • Le donne hanno maggiori probabilità di essere vittime di violenza sessuale rispetto agli uomini: il 78% delle vittime di stupro e violenza sessuale sono donne e il 22% sono uomini.
  • La maggior parte degli autori di violenze sessuali sono uomini. Tra gli atti di violenza sessuale commessi contro le donne dall’età di 18 anni, il 100% degli stupri, il 92% delle aggressioni fisiche, e il 97% degli atti di stalking sono stati perpetrati da uomini. La violenza sessuale contro gli uomini è anche la violenza prevalentemente maschile: il 70% degli stupri, l’86% delle aggressioni fisiche, e il 65% degli atti di stalking sono stati perpetrati da uomini.
  • In 8 su 10 casi di stupro, la vittima conosce l’autore. Di persone che denunciano la violenza sessuale, il 64% delle donne e il 16% degli uomini sono state stuprate, aggrediti fisicamente, o inseguiti da un partner intimo. Questo include un coniuge attuale o ex, convivente compagno, fidanzato / fidanzata, o la data. Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 183781, Rapporto completo della prevalenza, incidenza e conseguenze della violenza Intimate Partner contro le donne: I risultati della Women National Survey Violenza contro, al IV (2000). disponibile a http://www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/183781.htm
  • Un altro sondaggio nazionale ha trovato che il 34% delle donne sono state vittime di coercizione sessuale da parte di un marito o del partner nel corso della vita.
    Kathleen C. Basile, La prevalenza di Moglie stupro e di altre Intimate Partner coercizione sessuale in un campione rappresentativo a livello nazionale di donne, 17 La violenza e le vittime 511 (2002).

Lo studio nazionale delle donne, uno studio longitudinale di tre anni di un campione probabilistico nazionale di 4.008 donne adulte (2.008 dei quali rappresentano una sezione trasversale di tutte le donne adulte e 2.000 dei quali sono un eccesso di campione di donne più giovani di età compresa tra 18 e 34 tra ), trovato:

  • Il 13% delle donne adulte erano stati vittime di stupro compiuto durante la loro vita
  • Il 22% delle vittime di stupro sono stati aggrediti da qualcuno che non avevano mai visto prima o non conosceva bene.
  • Il 9% delle vittime sono state stuprate da mariti o ex mariti.
  • 11% sono stati violentata da padri o patrigni.
  • 10% sono stati violentata da fidanzati o ex fidanzati.
  • 16% sono stati violentata da altri parenti.
  • 29% sono stati violentata da altri non parenti, come amici e vicini. Vedi Dean Kilpatrick G. et al. Lo stupro in America: una relazione al Nazione (1992); Heidi S. Resnick et al. La prevalenza di Trauma civile e PTSD in un campione rappresentativo nazionale delle donne, 61 J. di consulenza e Psychol clinica. 984 (1993) ; Dean Kilpatrick G. et al. A 2-Year Analisi longitudinale del rapporto tra Assalto violento e sostanza utilizzare nelle donne, 65 J. di consulenza e Psychol clinica. 834 (1997) ; Kilpatrick et al. Lo stupro, altre forme di violenza contro le donne, e il Disturbo Post-traumatico da stress: Questioni critiche nella valutazione della avversità-stress-Psicopatologia Relazione, nelle avversità, Stress, & psicopatologia 161-176 (Bruce P. Dohrenwend DE 1998.); Dean Kilpatrick G., Lo stupro e violenza sessuale, 7 agosto 2006, http://www.musc.edu/vawprevention/research/sa.shtml
  • Si stima che circa 600.000 a 800.000 uomini, donne e bambini sono vittime di tratta attraverso confini internazionali ogni anno, e circa il 80% delle vittime della tratta sono donne e bambine.
    Stati Uniti Stato Dep’t 2005 Traffico di relazione Persone (giugno 2005), disponibile a http://www.state.gov/g/tip/rls/tiprpt/2005/
  • Dei 45.000 a 50.000 che sono portato gli Stati Uniti 30.000 provengono da Asia, 10.000 dall’America Latina e 5.000 da altre regioni per esempio l’ex Unione Sovietica. I principali paesi di origine asiatici verso gli Stati Uniti sono la Cina, Thailandia e Vietnam. Anche se il traffico in Stati Uniti e in Europa ha guadagnato un sacco di attenzione negli ultimi anni, i sostenitori anti-traffico-in Asia sono state affrontando questi problemi del continente per decenni.
    Firoza Chic Dabby, asiatico & Pacific Islander Istituto sulla violenza domestica, Traffico di: Considerazioni e raccomandazioni per avvocati violenza domestica. http://www.apiahf.org/apidvinstitute/CriticalIssues/trafficking.htm (ultima visita 14 Ago 2006) (citando Lora Jo Foo, Asian American Women: Problemi, preoccupazioni e umana risposta e di difesa dei diritti civili. (2002)).)
  • Un recente studio di New York ha scoperto che il 51 per cento dei partner di vittime di omicidio intimi erano nati all’estero, mentre il 45 per cento sono nati negli Stati Uniti.
    New York City Dipartimento di Salute e Igiene Mentale, femminicidio a New York City: 1995-2002 (2004), disponibile presso http://www.nyc.gov/html/doh/downloads/pdf/ip/femicide1995-2002_report.pdf
  • 48% di Latinas in uno studio ha riportato che la violenza del loro partner contro di loro era aumentato da quando emmigrated negli Stati Uniti.
    Mary Dutton et al. Caratteristiche di comportamenti ricerca di aiuto, risorse e servizi deve di immigrati Battered Latinas: implicazioni giuridiche e politiche. 7 Geo. J. su L. povertà e Pol’y 245 (2000).
  • Un sondaggio di donne coreane immigrate rilevato che il 60 per cento era stato martoriato dai loro mariti.
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 181.867, Misura, la natura e le conseguenze della violenza intima partner: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey (2000), disponibile presso www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/181867.htm
  • donne immigrate a Esperienza livelli più alti di abusi fisici e sessuali rispetto alle donne immigrate non sposate, 59,5 per cento rispetto al 49,8 per cento, rispettivamente.
    Mary Dutton et al. Caratteristiche di comportamenti ricerca di aiuto, risorse e servizi deve di immigrati Battered Latinas: implicazioni giuridiche e politiche. 7 Geo. J. su L. povertà e Pol’y 245 (2000). Vedi anche, Famiglia Violenza Fondo per la prevenzione, I fatti su donne immigrate e la violenza domestica (2006), http://endabuse.org/resources/facts/Immigrant.pdf
  • 18-24 anni costituiti solo l’11,7% della popolazione nel 1998 e nel 2002, ma erano la maggior parte delle vittime di violenza commessi da un fidanzato o fidanzata (42%).
    Matthew R. Durose et al. Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 207846, Bureau of Justice Statistics, VIOLENZA IN FAMIGLIA Statistiche: comprese le statistiche sugli stranieri e conoscenti. a 11 (2005), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/fvs.pdf
  • Circa uno su cinque rapporti femminili studenti delle scuole superiori di essere fisicamente e / o abusi sessuali da un partner datazione.
    Jay G. Silverman et al. Incontri violenza contro le ragazze adolescenti e sostanza associata Usa, malsano controllo del peso, comportamenti a rischio sessuale, la gravidanza, e la suicidalità. 286 J. Am. Med. Ass’n 572-579 (2001).
  • In uno studio di livellatrici ottavo e nono, il 25 per cento ha indicato che essi erano stati vittime di datazione di violenza, tra cui otto per cento che ha rivelato di essere vittime di abusi sessuali.
    Vangie A. Foshee et al. La Data di Progetto sicuro: basi teoriche, progettuale di valutazione, e selezionati i risultati Baseline. 00:00. J. of Preventive Med. 39 (1996).
  • In un sondaggio di 232 ragazze delle scuole superiori, il 17,8% dei partecipanti ha indicato che erano stati costretti a impegnarsi in attività sessuali contro la loro volontà da un partner datazione.
    David R. Jezl, Christian E. Molidor & Tracy L. Wright, Fisica, sessuale & Abuso psicologico al liceo Relazioni Incontri: i tassi di prevalenza e problemi di autostima. 13 Child & Soc Adolescent. Lavoro J. 69 (1996).
  • Tra gli studenti di sesso femminile di età compresa tra 15-20 che hanno segnalato almeno un atto di violenza nel corso di un rapporto di datazione tra il 24% ha riferito di vivere episodi di estrema violenza come lo stupro o l’uso di armi contro di loro.
    P.Y. Symons et al. Prevalenza e predittori di Adolescent violenza Dating, 7 J. del bambino & Adolescent Infermieristica Pediatrica 14 (1994).
  • Le ragazze che hanno riferito di aver subito abusi sessuali o fisici erano più del doppio delle probabilità, come le ragazze non abusate di segnalare il fumo (26% versus 10%), bere (22% contro 12%), e l’uso di droghe illegali (30% contro 13 %). Inoltre, il 32 per cento delle ragazze che erano stati abusati riportato abbuffate e spurgo, rispetto al 12 per cento delle ragazze che non erano stati abusati.
    Cathy Schoen et al. Il Commonwealth Fund, L’indagine Commonwealth Fund della Salute di ragazze adolescenti (1997).
  • In uno studio di 724 madri adolescenti di età compresa tra 12-18 tra, uno ogni otto adolescenti incinte riferito di aver subito aggressioni fisiche da parte del padre del suo bambino durante i 12 mesi precedenti. Di questi, il 40 per cento ha riferito anche sperimentando la violenza per mano di un familiare o un parente.
    Constance M. Wiemann et al. Gli adolescenti in stato di gravidanza: esperienze e comportamenti associati con aggressioni fisiche da parte di un partner intimo. 4 materna & Child Health J. 93 (2000).
  • aggressione fisica si verifica in 1 in 3 relazioni adolescente incontri.
    Sarah Avery-Foglia & Michele Cascardi, Incontri violenza Istruzione: strategie di prevenzione e di intervento precoce, nella prevenzione della violenza nei rapporti 82 (Paul A. Schewe ed. 2002).
  • Cinquanta per l’ottanta per cento dei ragazzi segnalare conoscere qualcuno coinvolto in una relazione violenta.
    maura O’Keefe & Laura Trester, Le vittime di Incontri violenza tra studenti delle scuole superiori. 4 violenza contro le donne 195 (1998). Vedi anche Famiglia Violenza Fondo per la prevenzione, I fatti su adolescenti e intimo Partner Violence. http://www.endabuse.org/resources/facts/Teenagers.pdf (2006); e Centro Nazionale per le vittime del crimine, Teen Dating Foglio Violenza, http://www.ncvc.org/dvrc (2004).
  • Secondo le migliori stime disponibili, tra 1 e 2 milioni di americani di 65 anni sono stati feriti, sfruttati, maltrattati o comunque da qualcuno su cui dipendevano per la protezione.
    Commissione per Nat’l statistiche & Comportamentale e Scienze Sociali e Istruzione, Elder maltrattamenti: abuso, abbandono e sfruttamento in un’America invecchiamento (Richard J. Bonnie & a cura di Robert B. Wallace. 2003).
  • Le stime della frequenza della gamma abusi sugli anziani dal 2% al 10% in base a diversi campionamento, metodi di indagine, e la definizione dei casi.
    Mark S. Lachs & Karl Pillemer, Elder Abuse. 364 The Lancet 1192 (2004).
  • I dati relativi abusi sugli anziani in ambienti domestici indicano che 1 su 14 incidenti, esclusi i casi di auto-abbandono, vengono a conoscenza delle autorità.
    Karl Pillemer & David Finkelhor, La prevalenza di maltrattamento degli anziani: un’indagine a campione casuale. 28 Il gerontologo 51 (1988).
  • Le stime attuali mettere la segnalazione complessiva di sfruttamento finanziario a solo 1 in 25 casi, suggerendo che ci possa essere di almeno 5 milioni di vittime di abusi finanziari ogni anno.
    John F. Wasik, La tosatura of America anziani. I consumatori Digest, marzo / aprile 2000.
  • Si stima che per ogni caso di abusi sugli anziani, negligenza, di sfruttamento o di auto trascuratezza segnalati alle autorità, su altri cinque non viene segnalata.
    Ctr Nazionale. su abuso Elder, Am. Pub. Ronzio. Serv. Ass’n, The Elder Abuse incidenza di studio nazionale (1998), disponibile presso www.aoa.gov/eldfam/Elder_Rights/Elder_Abuse/ABuseReport_Full.pdf
  • Nel 1996, quasi 450.000 adulti di età compresa tra 60 e oltre sono stati abusati e / o trascurato in ambienti domestici. Factoring in sé abbandono, il numero totale di incidenti è stato di circa 551.000.
    Ctr Nazionale. su abuso Elder, Am. Pub. Ronzio. Serv. Ass’n, The Elder Abuse incidenza di studio nazionale (1998), disponibile presso www.aoa.gov/eldfam/Elder_Rights/Elder_Abuse/ABuseReport_Full.pdf
  • Uno studio University of Iowa in base a dati del 1999 trovato 190,005 nazionali segnalazioni abusi sugli anziani da 17 stati; 242,430 nazionali indagini sugli anziani da 47 Stati; e 102,879 substantiations da 35 stati. Significativamente i tassi più elevati di indagine sono stati trovati per Stati che richiedono segnalazione obbligatoria e il monitoraggio dei rapporti.
    Gerald J. Jogerst et al. Nazionale abusi sugli anziani e la legge. 93 Am. J. di Pub. Salute 2131 (2003).
  • Nel 2000, gli stati è stato chiesto di indicare il numero di segnalazioni / Adulto Anziano ricevuti l’anno più recente per il quale erano disponibili dati. Sulla base dei dati provenienti da 54 Stati membri, il numero totale di segnalazioni era 472.813.
    Pamela B. Teaster, il Nat’l Ctr. Abusi sugli anziani, et al. Una risposta all’abuso di adulti vulnerabili: 2000 Survey of stato adulto Protective Services (2003).
  • Nel 2003, i programmi di Stato Long Term Care Mediatore indagati a livello nazionale 20,673 denunce di abusi trascuratezza grave, e lo sfruttamento a nome di casa di cura e di pensione e cura residenti. Tra sette tipi di categorie di abusi, maltrattamenti fisici è il tipo più comune riportato.
    Stati Uniti Admin. on Aging, Nazionale Mediatore Segnalazione tabelle dati di sistema (2003). Vedere anche Nat’l Ctr. su abuso Elder, Fact Sheet: Elder Abuse prevalenza e di incidenza. http://www.elderabusecenter.org/pdf/publication/FinalStatistics050331.pdf (2005).

Same-Sex Violence La violenza domestica si verifica all’interno di relazioni omosessuali come avviene nei rapporti eterosessuali. L ‘acronimo LGBT è spesso usato e sta per lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

  • 11% delle lesbiche ha segnalato la violenza dal loro partner di sesso femminile e il 15% degli uomini omosessuali che avevano vissuto con un partner maschile riferito di essere vittima di un partner maschile.
    Patricia Tjaden, Simposio sulla integrando le risposte alla violenza domestica: portata e la natura di Intimate Partner Violence come misurato dalla violenza contro le donne Nazionale Survey. 47 Loy. L. Rev. 41, 54 (2003).
  • Delle vittime LGBT che hanno cercato servizi dal New York Gay and Lesbian Anti-Violence progetto, il 36% dei clienti nel 2003 e 38% dei clienti nel 2004 depositata rapporti di polizia in materia di violenza domestica.
    Diane Dolan-Soto & Sara Kaplan, New York lesbiche, gay, transgender e Bisessuali violenza domestica Relazione. a 6 (2005), disponibile presso
    http://www.avp.org/storage/documents/Reports/2005_AVP_DV_Report.pdf
  • L’ottantotto per cento delle vittime nel 2003 e 91 per cento delle vittime nel 2004 hanno riportato sperimentare precedenti episodi di abusi, con la maggior parte (45 per cento e 47 per cento, rispettivamente) riferire di aver subito più di 10 incidenti precedenti.
    Diane Dolan-Soto & Sara Kaplan, New York lesbiche, gay, transgender e Bisessuali violenza domestica Relazione. a 5 (2005), all’indirizzohttp disponibile: //www.avp.org/storage/documents/Reports/2005_AVP_DV_Report.pdf
  • Un sondaggio ha rilevato che conviventi dello stesso sesso hanno riportato significativamente più intimo partner di violenza che ha fatto conviventi di sesso opposto. Tra le donne, il 39,2% dei conviventi dello stesso sesso e il 21,7 dei conviventi di sesso opposto: ha riferito di essere violentata, aggredito fisicamente e / o inseguito da un / convivente civile in qualche momento della loro vita.
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 181.867, Misura, la natura e le conseguenze della violenza intima partner: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey. a 30 (2000), disponibile presso
    www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/181867.htm
  • 15,4% di persone dello stesso sesso gli uomini conviventi riferito di essere violentata, aggredito fisicamente e / o inseguito da un partner maschile, ma il 10,8% ha dichiarato di tale violenza da un partner di sesso femminile.
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 181.867, Misura, la natura e le conseguenze della violenza intima partner: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey. a 30 (2000), disponibile presso www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/181867.htm

Secondo la Coalizione Nazionale di antiviolenza Programmi:

  • 6.523 incidenza di lesbiche, gay, bisessuali, transgender o la violenza sono stati registrati nelle città distinte undici e regioni attraverso gli Stati Uniti e Toronto, Ontario. Il 44% delle vittime erano uomini e il 36% erano donne. Questo ha rappresentato un aumento del 13% rispetto ai 5718 casi segnalati nel 2002 dalle stesse agenzie e comprende sei decessi segnalati nel contesto di violenza effettiva o sospetta LGBT. Arizona ha riportato un morto e di New York ha registrato cinque morti.
  • 4964 o circa il 79% dei nuovi casi sono stati segnalati a Los Angeles. Il numero di incidenti LGBT in altre città e stati: Boston (290), New York (501), San Francisco (388), Colorado (139). Chicago (65), Columbus, Ohio (46). Pennsylvania (19). Burlington, Vermont (21), Tuscon (64).
  • 5.374 (82%) delle vittime di violenza domestica segnalati alla Coalizione Nazionale di antiviolenza programmi si sono identificati come gay; 575 (9%) erano casi in cui la vittima rifiutato di specificare un orientamento sessuale o non è stato registrato; 263 (4%), identificato come bisessuale; e 44 (0,6%) non erano sicuri o messo in discussione il loro orientamento sessuale.
  • Dell’incidenza del 42% della violenza domestica in cui è stato registrato gara, 1.211 o 44% erano bianchi, 684 o 25% sono stati Latino, 413 o il 15% era di origine africana, 153 o 5% erano Asia / Pacific Islander, 125 o 4% erano multiculturale; poco meno di 36 o 0,01% erano indigeni / primo e circa 0,01 erano arabo / mediorientali, ebrei e altri.
    Nat’l Advoc. Lesbian locale, Gay, Bisessuali, e Transgender Comunità, Nat’l carbone. di Antiviolenza programmi, Lesbiche, Gay, Bisessuali, e Transgender violenza domestica: 2003 Supplemento – un aggiornamento dal Coalizione Nazionale di antiviolenza Programmi (2004), a 3-8, 10, disponibile all’indirizzo
    http://www.ncavp.org/common/document_files/Reports/2003NCAVPDVRpt.pdf.pdf
  • Gli studi dimostrano costantemente che almeno il 50 al 60 per cento delle donne che ricevono benefici pubblici hanno subito abusi fisici da parte di un partner intimo ad un certo punto nel corso della loro vita adulta, rispetto al 22 per cento della popolazione generale; alcuni studi indicano tassi alti quanto 82 per cento. Un numero significativo di donne che ricevono benefici pubblici anche segnalare un fisico storia e abusi sessuali durante l’infanzia, e ben il 30 per cento delle donne sui benefici pubblici Segnalare un abuso In un rapporto attuale
    Richard Tolman e Jody Raphael, Una rassegna della ricerca sul benessere e la violenza domestica. 56 J. di Soc. Iss. 655 (2000); Sharmila Lawrence, Research Forum sui bambini, le famiglie e il nuovo federalismo. Centro Nazionale per i bambini in condizioni di povertà, La violenza domestica e la politica di welfare: i risultati di ricerca che possono informare politiche in materia di matrimonio e benessere dei bambini. Breve Edizione (2002); Eleanor Lione, Costruire soluzioni complete per la violenza domestica. Publ’n No. 10, Benessere, Povertà e abusato Donne: nuova ricerca e le sue implicazioni, (2000).
  • In un recente studio di due contee della California (Kern e Stanislaus) benefici destinatari pubblici avevano tutta la vita tassi di abuso di 80 per cento e 83 per cento, rispettivamente.
    Joan Meisel, Daniel Chandler & Beth Menees Rienzi, Violenza domestica di prevalenza ed effetti per l’occupazione in due California TANF Popolazioni. 9 La violenza contro le donne 1191 (2003).
  • Uno studio del Wisconsin ha scoperto che il 70 per cento delle vittime di violenza domestica sui benefici pubblici non ha rivelato l’abuso alla loro assistente sociale.
    Thomas Moore & Vicky Selkowe, Istituto per il futuro del Wisconsin, vittime di violenza domestica in transizione da Welfare to Work: Ostacoli al autosufficienza e la risposta W-2 (1999). Vedi anche Famiglia Violenza Fondo per la prevenzione, i fatti sul benessere e la violenza domestica, http://endabuse.org/resources/facts/Welfare.pdf (ultima visita 13 Agosto 2006).

Violenza domestica e luogo di lavoro

  • Dei circa 1,7 milioni di episodi di violenza sul lavoro che si verificano negli Stati Uniti ogni anno, circa 18.700 (1,1 per cento) sono commessi da un intimo: attuale o ex coniuge, amante, compagno o fidanzato / fidanzata.
    Detis T. Duhart, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 190.076, La violenza sul posto di lavoro 1993-1999, Bureau of Justice Statistics relazione speciale (2001) disponibile presso www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/vw99.pdf.
  • Alcuni partner abusivi possono tentare di impedire alle donne di lavorare chiamando frequentemente durante il giorno o venire al loro posto di lavoro senza preavviso. La ricerca indica che circa il 50 per cento delle donne maltrattate che sono impiegate sono molestato sul luogo di lavoro dai loro partner violenti.
    Stati Uniti Gen. Accounting Office, GAO / HEHS-99-12, Violenza domestica: Prevalenza e implicazioni per l’occupazione tra i beneficiari di assistenza sociale (1998), disponibile presso www.gao.gov/archive/1999/he99012.pdf

Secondo uno studio del Maine 2004:

  • Oltre tre quarti dei trasgressori utilizzate le risorse del posto di lavoro almeno una volta per esprimere rimorso o rabbia, check-up su, pressione, o minacciare la vittima.
  • 74% ha avuto un facile accesso al posto di lavoro del loro partner intimo, con il 21% degli autori di reati di segnalazione che l’hanno contattato sul posto di lavoro in violazione di un ordine di nessun contatto.
  • 48% degli autori di reati ha avuto difficoltà di concentrazione sul posto di lavoro, con il 19% degli autori di reati di segnalazione di un incidente sul posto di lavoro, o vicino a perdere da disattenzione a causa di pre-occupazione con la loro relazione.
  • Il 42% degli autori di reati erano in ritardo al lavoro. Kim C. Lim et al. Maine Dipartimento del Lavoro e Famiglia Crisi Servizi, Impatto dei trasgressori violenza domestica sulla sicurezza del lavoro & Salute: Uno studio pilota (2004), disponibile presso http://www.state.me.us/labor/labor_stats/publications/dvreports/domesticoffendersreport.pdf Vedi anche Corporate Alliance to End Violence Partner, dati e statistiche: sul posto di lavoro Statistics. http://caepv.org/getinfo/facts_stats.php?factsec=3 (ultima visita 12 ago 2006)
  • 41% dei partecipanti ha riferito che gli uomini hanno commesso un ri-assalto durante il periodo di follow-up di 30 mesi.
  • Quasi 2/3 del primo tempo ri-attacchi avvenuti nei primi 6 mesi.
  • Circa il 20 per cento degli uomini più volte ri-aggredito i loro partner e considerazione per la maggior parte delle lesioni riportate. Edward Gondolf, Reassault a 30-mesi dopo l’assunzione batterer Programma. 44 Int’l J. di Offender terapia e comparato Criminologia 111 (2000), disponibile presso http://www.iup.edu/maati/publications/outcomeabstracts.shtm#outcome4

In un esame di 1.309 casi sotto un mandato di programma al reato corte violenza domestica Bronx:

  • 8% degli imputati sono stati nuovamente arrestato tra l’arresto iniziale e caso la disposizione, il 35% durante il periodo di mandato del programma, il 31% nel corso di un anno dopo la fine del mandato e del 44% nel corso dei due anni successivi il mandato.
  • Nel complesso, dal momento dell’arresto indice per due anni dopo il rilascio, il 62% di tutti gli imputati sono stati nuovamente arrestato. Nora K. Puffett & Chandra Gavin, Ctr. per Ct. Innovazione, Predittori di Esito del programma e la recidiva presso il Tribunale Bronx Misdemeanor violenza domestica (2004), disponibile presso http://www.courtinnovation.org/_uploads/documents/predictorsbronxdv.pdf

Violenza domestica & Bambini

  • Poco più della metà delle donne vittime di violenza intima vivono in famiglie con bambini sotto i 12 anni.
    Lawrence A. Greenfield et al., Fuori degli USA. Dep’t di Just. NCJ 167.237, La violenza da parte Intimates: analisi dei dati sui crimini da attuali o ex coniuge, fidanzati e fidanzate (1998) disponibile presso www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/vi.pdf
  • Un recente studio di basso reddito bambini in età prescolare in Michigan ha rilevato che quasi la metà (46,7 per cento) dei bambini e lo studio era stato esposto ad almeno un episodio di violenza lieve o grave in famiglia. I bambini che erano stati esposti a violenze subite sintomi del disturbo da stress post-traumatico, come bagnare il letto o incubi, ed erano a rischio maggiore rispetto ai loro coetanei di avere allergie, asma, problemi gastrointestinali, mal di testa e influenza.
    Sandra Graham-Bermann & Julie Seng, La violenza di esposizione e sintomi di stress traumatico Ulteriori Predittori di problemi di salute in-alto rischio bambini. 146 J. of Pediatrics 309 (2005).
  • donne maltrattate non sono le uniche vittime di abusi – si stima che ovunque tra 3,3 milioni e 10 milioni di bambini testimoni di violenza domestica all’anno. La ricerca dimostra che l’esposizione alla violenza può avere gravi effetti negativi sullo sviluppo dei bambini.
    Sharmila Lawrence, Centro Nazionale per i bambini in condizioni di povertà, violenza domestica e la politica di Welfare: I risultati di ricerca che possono informare politiche in materia di matrimonio e benessere dei bambini 5 (2002).
  • Uno studio su 2.245 bambini e adolescenti ha trovato che la recente esposizione alla violenza in casa è stato un fattore significativo nel predire il comportamento violento di un bambino.
    Mark I. Singer, et al. Cuyahoga County Cmty. Health Research Institute, Le conseguenze sulla salute mentale di esposizione dei bambini alla violenza (1998).
  • I bambini esposti a intimo Partner Violence erano 1,6 volte più probabilità di segnare nella borderline alla gamma livello clinico sulla esternalizzazione comportamenti relativi a bambini della stessa età e sesso (come misurato su tre scale di internalizzazione comportamenti, esternalizzazione comportamenti, e la competenza sociale secondo il standardizzato strumento psicometrico di Child Behavior Checklist di Achenbach, o CBCL).
    Mary A. Kernic et al. Problemi comportamentali tra i bambini le cui madri sono abusi da parte di un partner intimo. 27 Child Abuse & Negligenza 1231 al 1239 (2003).
  • I bambini esposti a violenza domestica materna, senza provare maltrattamento, sono stati il ​​40% in più di probabilità di avere un punteggio totale problema comportamentale all’interno del confine di range clinico di CBCL bambini normativi.
    Mary A. Kernic et al. Problemi comportamentali tra i bambini le cui madri sono abusi da parte di un partner intimo. 27 Child Abuse & Negligenza 1231 al 1239 (2003). Vedi anche Famiglia Violenza Fondo per la prevenzione, I fatti sui bambini e la violenza domestica. (2005), disponibile presso http://endabuse.org/resources/facts/Children.pdf (1 agosto 2005).

Lesionato e cure mediche

  • Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha riferito che il 37% di tutte le donne che hanno cercato cure in pronto soccorso degli ospedali per ferite legate alla violenza sono stati feriti da una corrente o l’ex coniuge, fidanzato o fidanzata.
    Michael R. Rand, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 156.921, Lesioni Violenza-Related trattata in ospedale Dipartimenti di Emergenza. (1997) disponibile presso www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/ascii/vrithed.txt
  • Le donne sono significativamente più probabilità rispetto agli uomini di essere feriti durante un assalto: il 31,5% delle vittime di stupro di sesso femminile, rispetto al 16,1% delle vittime di stupro di sesso maschile, ha riferito di essere ferito durante la loro più recente stupro, e il 39-42% per cento delle vittime di assalto fisico femminile , rispetto al 20-25% delle vittime di violenza fisica di sesso maschile, ha riferito di essere ferito durante la loro più recente aggressione fisica.
  • 35,6% delle donne ferite durante la loro più recente stupro e il 30,2% delle donne ferite durante la loro più recente aggressione fisica ha ricevuto cure mediche. Circa il 21,5% delle vittime di sesso maschile di intimo partner, aggressioni fisiche che hanno provocato una ferita ha cercato un trattamento medico.
    Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 183781, Rapporto completo della prevalenza, incidenza e conseguenze della violenza domestica contro le donne: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey. a iv (2000) disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/183781.htm; Patricia Tjaden & Nancy Thoennes, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 181.867, Misura, la natura e le conseguenze della violenza intima partner: I risultati della violenza contro le donne Nazionale Survey. a iv (2000), disponibile presso www.ojp.usdoj.gov/nij/pubs-sum/181867.htm
  • 4% degli uomini e il 5% delle donne ha riferito ricevere lesioni gravi (ferite da coltello, lesioni interne, ossa rotte, o perdita di coscienza).
    Callie Marie Rennison & Sarah Welchans, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 178.247, Bureau Justice Statistics relazione speciale: Intimate Partner Violence a 6 (2000), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/ipv.pdf
  • Il livello di danno risultante dalla violenza domestica è grave: di 218 donne che presentano in un dipartimento di emergenza metropolitana con lesioni a causa di violenza domestica, il 28% richiesto il ricovero ospedaliero, e il 13% richiesto importante trattamento medico. Il 40% aveva già richiesto cure mediche per abuso.
    Daniel C. Berrios & D. Grady, La violenza domestica: Fattori di rischio e il risultato. 155 La W. J. of Medicine 133 (1991).
  • Cinquantasei per cento delle donne che hanno esperienza di qualsiasi violenza del partner sono diagnosticati con un disturbo psichiatrico. Ventinove per cento di tutte le donne che tentano il suicidio sono stati malconcio, il 37% delle donne maltrattate hanno sintomi di depressione, il 46% hanno sintomi del disturbo d’ansia e disturbi da stress del 45% l’esperienza post-traumatico.
    Kirstie Danielson K. et al. Comorbidità tra abuso di un adulto e disturbi del DSM-III-R mentali: Prove da un studio epidemiologico. 155 Am. J. of Psychiatry 131 (1998); Evan Stark & Anne Flitcraft, Uccidere The Beast Within: Donna Battering e femmina Suicidality. 25 Int’l J. della Salute Sci. 43 (1995); B.M. Housekamp & David W. Foy, La valutazione del disturbo da stress post-traumatico a donne maltrattate. 6 J. di interpersonale Violenza 367 (1991); Richard J. Gelles & John W. Harrop, La violenza, Battering e disagio psicologico tra le donne, 4 J. di violenza interpersonale 400 (1989).
  • Dal 1987 al 1990, il crimine costa americani miliardi di $ 450 all’anno. adulti vittime di violenza domestica sostenuti al 15% del costo totale del crimine sulle vittime (67 miliardi di $). Uno studio condotto presso Rush Medical Center di Chicago ha scoperto che la tariffa media per i servizi medici forniti alle donne vittime di abusi, i bambini e le persone anziane è stato $ 1633 per persona all’anno. Ciò equivarrebbe a un costo annuo nazionale di $ 857.300.000.
    Ted R. Miller, Mark A. Cohen, & Brian Wiersema, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 155.282, Vittime costi e le conseguenze: un nuovo look (1996), disponibile presso http://www.ncjrs.gov/txtfiles/victcost.txt; Harris Meyer, l’epidemia miliardi di dollari, 35 Am. Med. Notizie 7 (1992).
  • Uno studio condotto in un grande piano di salute a Minneapolis e St. Paul, Minnesota, nel 1994, ha scoperto che una differenza annuale di $ 1775,00 più è stato speso per le donne vittime di abusi che hanno utilizzato i servizi ospedalieri che su un campione casuale di iscritti generali. Lo studio ha concluso che l’identificazione precoce e il trattamento delle vittime e potenziali vittime è molto probabile che i sistemi di benefici di assistenza sanitaria a lungo termine.
    Catherine L. Wisner et al. Violenza domestica contro le donne: fare vittime Costo Health Plans Altro?. 48 J. di Fam. Prac. 429 (1999).
  • Novantadue per cento delle donne che erano fisicamente abusati dai loro partner non ha discusso questi incidenti con i loro medici; Il 57% non ha discusso gli incidenti con nessuno. Inoltre, in quattro diversi studi di vittime di abusi, il 70% al 81% dei pazienti studiati ha riferito che vorrebbero i loro fornitori di servizi sanitari per chiedere loro in privato di violenza domestica.
    Panagiota V. Caralis & Regina Musialowski, Le esperienze delle donne con la violenza domestica e le loro atteggiamenti e le aspettative in materia di assistenza medica di vittime di abusi. 90 S. Med. J. 1075 (1997); Jeanne McCauley et al. All’interno ‘vaso di Pandora’: Esperienze Abused delle donne con medici e servizi sanitari. 13 Archives of Internal Med. 549 (1998); Lawrence S. Friedman et al. Inchiesta di esperienze di vittimizzazione: A Survey of preferenze del paziente e le pratiche medico. 152 Archives of Internal Med. (1992); Michael Rodriguez et al. Breaking the Silence: prospettive delle donne maltrattate su Medical Care. 5 Archives of Fam. Med. 153 (1996).
  • Uno studio del 1999 pubblicato su The Journal of American Medical Association ha rilevato che circa il dieci per cento dei medici di assistenza primaria di routine lo screening per abuso partner intimo durante nuove visite dei pazienti e nove per cento di routine schermo durante controlli periodici.
    Michael Rodriguez et al. Lo screening e intervento per abusi del partner: pratiche e gli atteggiamenti dei medici di base. 282 J. Am. Med. Ass’n 468 (1999).
  • Uno studio del 2001 in North Carolina ha scoperto che solo il 23% delle donne ferite poco dopo la gravidanza ha ricevuto il trattamento per le ferite riportate. Tuttavia, quasi tutte queste donne usato la cura per i loro bambini che indica che le pratiche pediatrici sono importanti impostazioni per identificare la violenza domestica.
    Sandra L. Martin et al. L’abuso fisico delle donne prima, durante e dopo la gravidanza. 285 J. Am. Med. Ass’n 1581 (2001). Vedi anche Famiglia Violenza Fondo per la prevenzione, Get the Facts – Violenza domestica e sanità. (2006), disponibile presso http://www.endabuse.org/programs/healthcare/

Law Enforcement Secondo il Dipartimento di Giustizia:

  • Circa il 60% delle famiglie vittimizzazioni violenza sono stati segnalati alla polizia tra il 1998 e il 2002, su da circa la metà tra il 1993 e il 1998.
  • Tra gli imputati per crimini di aggressione condannati nei tribunali statali, il 45% delle persone inviate in carcere per aggressione famiglia ha ricevuto una condanna a più di 2 anni, rispetto al 77% degli autori di reati di violenza non familiari inviati in prigione.
  • tribunali federali condannato il 90% degli imputati giudicati per un interstatale violenza domestica reato.
  • Le donne di colore (67%) hanno riferito loro vittimizzazione alla polizia a percentuali significativamente più elevati rispetto agli uomini neri (48%), gli uomini bianchi (45%), e le donne bianche (50%). Nessuna differenza di colore bianco, maschio e femmina percentuali segnalazione emerso (45% contro 50%). femmine ispanici segnalati violenza intimo compagno alla polizia a percentuali più elevate di fatto le femmine non-ispanici (65% contro 52%).
  • Tra le vittime di violenza da parte di un partner intimo, la percentuale di donne che ha riportato il reato è stato maggiore nel 1998 (59%) rispetto al 1993 (48%).
  • La paura di rappresaglie da parte del perpetratore costituito da 19% dei motivi femmine non ha denunciato la loro vittimizzazione alla polizia. Circa 1 su 10 vittime di sesso maschile e meno di 1 su 10 donne vittime hanno detto che non hanno segnalato il reato alla polizia perché non vogliono ottenere il trasgressore nei guai con la legge.
  • Circa la metà delle vittime di sesso maschile ‘ragioni e un terzo delle donne vittime «ragioni per non denunciare la loro vittimizzazione partner intimo alla polizia perché era un "questione privata o personale." Mentre questo motivo è stato il più spesso dato da entrambe le vittime di sesso maschile e femminile, è stato dato da vittime di sesso maschile in una percentuale significativamente superiore vittime di sesso femminile.
    Matthew R. Durose et al. Dep’t di Just. NCJ 207846, Bureau of Justice Statistics, VIOLENZA IN FAMIGLIA Statistiche: comprese le statistiche sugli stranieri e conoscenti a 2 (2005) disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/fvs.pdf; Callie Marie Rennison & Sarah Welchans, Stati Uniti Dep’t di Just. NCJ 178.247, Bureau of Justice Statistics Rapporto speciale: Violenza Intimate Partner a 1, 7 (2000), disponibile presso http://www.ojp.usdoj.gov/bjs/pub/pdf/ipv.pdf

L’effetto di ordini di protezione

  • I rapporti indicano alcuni 86% delle donne che hanno ricevuto un ordine di protezione stato l’abuso sia fermato o è stato notevolmente ridotto.
    James Ptacek, Donne maltrattate nell’aula giudiziaria: Il potere della risposta giudiziaria (1999), (rivisto a Meda Chesney-Lind, James Ptacek, Donne maltrattate nell’aula giudiziaria: Il potere della risposta giudiziaria. 35 Crimine, L. & Soc. Modificare 363 (2001)).
  • Uno studio longitudinale di sei mesi, ha scoperto che tra il 65 abusato afro-americani, bianchi, ispanici, asiatici e le donne che applicano e che beneficiano di un ordine di protezione contro un intimo sessuale, solo la metà delle donne in realtà ha ricevuto l’ordine.
    Julia Henderson Gist et al. Ordini di protezione e accuse di violenza: fare giustizia Interventi ridurre la violenza contro le donne. 15 Am. J. Fam. L. 59 (2001).

FMI: la violenza contro le donne Nazionale Survey Per favorire la comprensione della violenza contro le donne, l’Istituto Nazionale di Giustizia e il Centers for Disease Control and Prevention sponsorizzato congiuntamente, attraverso una sovvenzione al Centro per la politica di ricerca, un sondaggio nazionale che è stato condotto dal novembre 1995 al maggio 1996. La Violenza nazionale contro le donne (NVAW) Survey campionato uomini e donne e fornisce quindi dati comparabili su donne e le esperienze degli uomini con la vittimizzazione violenta. Hanno risposto al sondaggio è stato chiesto di:

  • aggressione fisica hanno sperimentato da bambini di custodi adulti.
  • aggressione fisica hanno sperimentato da adulti da parte di qualsiasi tipo di aggressore.
  • stupro e lo stalking hanno sperimentato, in qualsiasi momento della loro vita da qualsiasi tipo di autore.

Gli intervistati che dichiarano che non erano stati vittime sono state poste domande dettagliate sulle caratteristiche e le conseguenze della loro vittimizzazione, tra cui lesioni hanno sostenuto e il loro uso dei servizi medici.

Link di interesse

Related posts

  • Le statistiche in materia di HIV, le statistiche del virus HIV.

    Le statistiche in materia di HIV / AIDS, malattie sessualmente trasmissibili e non volute gravidanza Molti adolescenti Illinois pensano HIV / AIDS le malattie sessualmente trasmissibili (MST) e gravidanze indesiderate sono preoccupazioni per la salute solo altre …

  • Le statistiche per l’asma, le statistiche per l’asma.

    Negli Stati Uniti, l’asma è più comune tra i ragazzi che tra gli bambine. Nel 2013, nove per cento dei maschi sotto i 18 anni sono stati segnalati per avere l’asma, rispetto al sette per cento delle femmine ….

  • Uno su cinque bambini possono superare l’asma …

    Lo studio ha trovato le ragazze, chi soffre di allergie animali meno probabilità di smettere di respiro affannoso mentre sono invecchiato Nota: Questo articolo è stato pubblicato più di un anno fa. I fatti e le conclusioni presentate possono …

  • Ovarian Cancer Statistics, cancro ovarico prognosi.

    Ovarian Cancer Research Fund OCNA sono ora una forte e unita, voce stimolante! Ovarian Cancer Fund Research (VIDEO COLORAZIONE) e la Ovarian Cancer Alleanza Nazionale (OCNA) hanno aperto la strada in difesa, …

  • Peanut Allergy Le statistiche, come …

    Affidabili statistiche allergia alle arachidi non sono così facili da trovare. Ci sono un sacco di ricerche disponibili sulle allergie alimentari in generale, ma non troppi studi sono stati fatti su allergia alle arachidi …

  • Reattiva delle vie aeree Malattia, asma reattivo.

    Abbiamo esperienza nel trattare l’intera gamma di disturbi allergici. L’esposizione a certe sostanze irritanti o allergeni come gli animali, prodotti chimici, erbe, fumo, gli alberi e le erbacce può causare il …